Comunicazione della Dirigenza

Care studentesse, cari studenti e gentili famiglie,

ho letto sulla stampa locale online un commento di un genitore (che si firma “alle”), a margine di una notizia di cronaca, che, riferendosi probabilmente alla nostra scuola, lancia accuse del tutto infondate relativamente all’uso di alcool e  soprattutto in merito al presunto mancato impegno del personale scolastico nei confronti degli studenti.

Cito testualmente solo alcuni passaggi: “succedono cose assurde nel luogo in cui i nostri figli dovrebbero essere tutelati e custoditi come un bene prezioso. Ma non è così……a pochissimi degli addetti presenti interessa dei nostri figli…..” ancora “nella scuola superiore dove è mio figlio gira alcool nella ricreazione come fosse Coca-Cola”

Ho ritenuto doveroso rispondere con questa nota che pubblico solo sul sito del nostro Istituto.

Premetto che, in modo del tutto sporadico, nel nostro Istituto si possono essere verificati episodi, peraltro non significativi, vietati dal Regolamento, ma l’incolumità, la sicurezza, l’educazione e la formazione dei ragazzi sono garantite dal personale della Scuola. Nella riflessione del genitore sono presenti considerazioni ingenerose e del tutto gratuite.

Detto questo, ritengo che sia doveroso da parte delle famiglie qualora si ravvisassero problemi legati alla scuola rivolgersi alla scuola stessa, nelle persone della Preside e dei Docenti.

Alzare polvere in modo superficiale e anonimo su piattaforme online non aiuta a risolvere eventuali problemi, non aiuta la Scuola, non aiuta le famiglie, né tantomeno gli studenti.

Pertanto, invito tutti coloro che percepissero criticità all’interno della nostra comunità scolastica a parlarne in modo diretto, con chi di dovere e nelle sedi opportune.

Aggiungo: nella nostra Scuola consideriamo i ragazzi un bene prezioso e lo testimoniamo quotidianamente con il nostro lavoro.

La Preside

Paola Bacci

Potrebbe interessarti anche...